Leggi il regolamento di Cronache di Ystoriel

Vespro Viridiano è l’evento a tempo limitato che fungerà da anticamera per la Seconda Stagione delle Cronache di Ystoriel. Un avvenimento millenario e cataclismico che annuncia l’avvento degli Angeli, esseri antichi, misteriosi e incredibilmente pericolosi. Riuscirai a salvare Ystoriel dalla disfatta totale?

Cose da sapere su Vespro Viridiano

Gli Dei sono morti, Ystoriel è rimasta scoperta ed è priva di protezione. Il cielo ha assunto tinte oscure. Un verde quasi cadaverico aleggia perennemente, accompagnato da nuvole e alti nembi che sembrano quasi non voler cessare mai. Gli Angeli hanno fatto ritorno su queste terre con un solo e unico obiettivo: plasmare il mondo intero a loro immagine e somiglianza, mutandolo nel loro ennesimo Piano di Esistenza.

Gli Angeli

Gli Angeli sono esseri molto antichi, originari di una dimensione esterna e aliena a Ystoriel, che risponde a leggi, logiche e principi del tutto diversi. Nell’arco degli eoni, essi hanno conquistato e riplasmato vari universi per adattarli alla loro presenza. Il perché è in parte ignoto, tuttavia ciò che muove i desideri e le brame di queste creature è la ricerca spasmodica e continua del Piacere. Gli Angeli, infatti, sono totalmente privi di ogni forma di empatia nei confronti di tutti i viventi, essi trattano le altre forme di vita alla stregua di veri e propri strumenti per il raggiungimento delle proprie soddisfazioni. Nella loro noia eterna, queste antiche entità, a un certo punto, sono entrate in contatto con il complicato intreccio di emozioni tipiche degli esseri mortali, e ne sono rimasti affascinati, sedotti, per non dire ossessionati. Questi esseri non avranno pace fino a quando non avranno fatta propria tutta Ystoriel e ne avranno assaporato fino all’ultima goccia, e quando non sarà rimasto più nulla, allora la abbandoneranno e migreranno verso altri universi, alla ricerca di nuovi divertimenti.

I Sette Invasori

Gli Angeli che hanno invaso Ystoriel sono sette. Le loro dimensioni variano dai trenta ai sessanta metri di altezza. Apparentemente immuni a qualunque attacco, danno o forma di magia conosciuta dagli Ystoreliani.
Analizzati al dettaglio, essi sono:

  • La Regina dei Chiodi: Un Angelo in grado di evocare spine, aghi, spuntoni e rovi da qualunque cosa la circondi, incluso il suo stesso corpo. Il suo semplice passaggio lascia una scia di distruzione dietro di sé. È un’artista e un’esteta del dolore, più di tutte è ossessionata dal raggiungimento del piacere tramite la sofferenza fisica. Il suo aspetto è tra quelli più “umanoidi” tra tutti gli Angeli, ha fattezze riconducibili a una creatura femminile, con capo e parte del volto avvolta da una corona di lame affilate.
  • La Brace Vivente: Un essere composto di ferro e tizzoni ardenti, ricoperto di aculei, scaglie e placche roventi. Emette costantemente fumo ed è in grado di sciogliere tutto ciò che cade nella sua stretta. Al solo passaggio è in grado di incendiare qualunque cosa si trovi lungo il suo tragitto. La sua mera presenza lo rende quasi inavvicinabile, a causa dell’estremo calore emanato. Anche questo Angelo, se comparato agli altri, presenta un aspetto riconducibile a quello di un essere umano, privo di volto e avviluppato dalle fiamme.
  • La Piaga: Un essere terrificante, che suscita terrore e raccapriccio al solo guardarlo. Ha la forma di un inquietante ibrido tra un umanoide e una zanzara. È dotato di diverse paia d’ali da insetto, che usa per spostarsi a grandi velocità e coprire lunghe distanze in breve tempo. È l’unico tra gli Angeli in grado di volare. Chiamato così in quanto diffusore di malattie e piaghe cutanee, che si propagano al suo solo passaggio. Per contaminare l’ambiente, l’Angelo si serve di uno sciame di “zanzare metalliche” che lo circonda costantemente, e che divora la pelle e la carne dei viventi che si trovano lungo il suo cammino.
  • Il Sogno Corrotto: È un Angelo in grado di manipolare e straziare la mente dei viventi, finanche a piegarla e sottometterla al suo sadico volere. Non agisce sul dolore fisico quanto più su quello mentale e psicologico. Non ha una forma definita, questa cambia consistenza a seconda della percezione di colui che l’osserva. Tuttavia, Il Sogno Corrotto presenta dei tratti spesso comuni e riconoscibili tra le sue varie manifestazioni, come la pelle bianca dalle venature nere e un viso totalmente privo di espressione.
  • Lo Squartarealtà: Un Angelo “biologo”, diffusore anch’egli di malattie, ma che a differenza della Piaga, consumano la vittima con lenta progressione. È un’entità curiosa, studiosa di come gli effetti della malattia contaminino la vita di tutti coloro che ne entrano in contatto, sia delle vittime che dei cari. È un torturatore fine, un coltivatore del dolore nel suo intero complesso, in tutte le sue sfaccettature, sia fisiche che emotive. Il suo corpo sembra essere interamente composto da lame affilatissime e spesse, ha dei tratti oblunghi e innaturali, come se la sua intera struttura fosse composta da vetro tagliente e acciaio. È uno degli angeli dalla forma più innaturale e meno umanoide.
  • Il Triste Creatore: È un manipolatore della materia al suo stato basilare, confonde gli atomi tra di loro come fossero creta e si diverte a generare abomini illogici e inquietanti. Non è mai soddisfatto delle sue creazioni, per questo motivo un’espressione perennemente affranta sembra accompagnarlo su quello che, presumibilmente, dovrebbe essere il suo volto. Questo Angelo è il creatore dei Nephilim, ovvero le schiere di servitori senza volontà che compongono le fila dell’esercito degli Angeli. Il Triste Creatore ha un aspetto vacuo, come se fosse composto solo di polvere che si smuove al vento. Allo stesso modo in cui fa coi viventi, anche questo essere ama cambiare e rimodellarsi continuamente. Non ha mai lo stesso aspetto due volte.
  • L’Avvolto: È l’Angelo più colossale di tutti i Sette. Appare come un essere simile a una gigantesca lumaca senza guscio, dai tratti vagamente umanoidi. Sembra possedere molte teste, nessuna di queste dotata di volto. I suoi arti sono molteplici e confusi, come se spuntassero da qualunque parte del suo corpo. Il suo è un potere misterioso legato al tempo. L’Avvolto, infatti, sembra depositare una specie di “bava temporale” che sembra fuoriuscire dal suo corpo naturalmente. Al suo solo passaggio, la scia che ne deriva distorce il tempo di tutto ciò con cui entra a contatto, retrocedendolo, affrettandolo all’inverosimile, oppure mantenendolo in una stasi eterna.

Come brevemente anticipato, ognuno dei Sette Angeli è accompagnato da una schiera di Nephilim, esseri ibridi e immondi, incroci e aberrazioni ricavate dall’unione tra Angeli e altre razze mortali, perpetuate dalla mano del Triste Creatore. Alcuni di loro appaiono come marmaglie senza volontà, che seguono il loro Angelo Padrone alla stregua di uno sciame, altri invece sono dotati ancora di una qualche forma di autocoscienza e determinismo. Questi fortunati esemplari, un tempo erano dei seguaci degli Angeli, dei Cultisti o dei Supplicanti che, in cambio della promessa di maggior potere, mostrando devozione assoluta sono entrati nelle grazie dei loro padroni, ascendendo (quindi) a un livello maggiore.

I Supplicanti, quindi, sono mortali che hanno dedicato la loro esistenza seguendo il grottesco e intricato volere degli Angeli. Non tutti loro hanno avuto il privilegio di ascendere a Nephilim, tanto che alcuni continuano a seguire tuttora i loro padroni, solo come esseri mortali.

Come scrivere per Vespro Viridiano

Le regole valide e presentate per le Cronache di Ystoriel (che potete recuperare QUI) dovranno essere applicate e rispettate anche durante Vespro Viridiano. Come accennato, VV sarà un evento a tempo limitato, che getterà le basi per quella che sarà la Seconda Stagione del nostro progetto di Open Writing (sempre se riuscirete a impedire che il mondo finisca!). Di fatti, lo staff di Scripta vi informa che se non riuscirete a sbrogliare la matassa legata all’enigma degli Angeli (e quindi a risolvere totalmente o parzialmente il problema della loro invasione) Ystoriel sarà spacciata!

Informazioni Basilari

Il cielo s’è tinto d’un verde spento e cadaverico che non accenna a svanire. Il Vespro Viridiano ha annunciato l’avvento degli Angeli, giunti su Ystoriel attraverso un portale che si innalza sopra il mare, dove un tempo sorgeva l’isola di Farayen, oramai distrutta e del tutto sommersa. L’apertura del Portale, e il conseguente inabissamento dell’isola, hanno generato un grande maremoto che ha colpito le vicine coste di Yeglea, Urwine, Bephigrast e Kerkinta.

 

Dal momento dell’apertura del portale, la Dimensione Madre degli Angeli ha incominciato lentamente e progressivamente a contaminare Ystoriel, rendendola sempre più invivibile per i suoi abitanti.

La Contaminazione muta il territorio in maniera illogica, sollevando i fondali, creando valli, generando mari composti da liquidi sconosciuti. Essa si sparge a macchia d’olio dal portale, avanzando di una decina di chilometri (circa) ogni giorno Ystoreliano (e quindi narrativo). Se gli Angeli non saranno respinti, e il portale chiuso, prima che essa avrà avviluppato tutto quanto, allora Ystoriel soccomberà per sempre!

Chi sconfiggerà gli Angeli?

Migliaia di anni fa gli Angeli provarono a conquistare Ystoriel, ma Gohtzorn il Dio dell’Ira, sacrificando se stesso, li sconfisse, costringendoli a fuggire nel loro mondo. Nell’esplosione causata dallo scontro, frammenti del corpo del Dio dell’Ira colpirono alcuni esseri mortali, donandogli i suoi stessi poteri. Questi poteri furono ereditati, nel corso dei millenni, dai discendenti di questi mortali, rimanendo quasi sempre sopiti.
Ora che il Portale si è riaperto, nei Discendenti di Gohtzorn, segnati dal suo marchio, il potere si è risvegliato. Tuttavia, gli Angeli hanno preso alcune precauzioni. Ciò che cammina su Ystoriel, infatti, sono delle mere Emanazioni degli Angeli, a loro connessi tramite dei Nuclei. Questi “cuori” non solo connettono i mostri ai loro padroni, ma sprigionano un’energia che allontana qualsiasi essere dotato di aura divina. Quindi, seppure i Discendenti abbiano il potere di sconfiggere gli Angeli, solo esseri privi di poteri magici possono privarli dei loro Nuclei e renderli di conseguenza vulnerabili. Stesso discorso si applicherà al Portale: esso è immune al potere degli Dèi Ciclici, ovvero quelli generati dalla Grande Collisione Dimensionale, ma ciò di cui gli invasori non avevano tenuto conto, è che in Ystoriel risiede un potere ben più forte. La Magia intrinseca della terra è in grado di contrastare quella degli Angeli, ma soltanto gli Dèi Ascesi possono adoperarla. Questi sono mortali che, incarnando perfettamente alcuni concetti, così come li incarnavano gli Dèi Ciclici, vengono elevati a divinità attraverso il Rituale dell’Ascensione, e sono quindi in grado di usare la magia intrinseca di Ystoriel.
Senza i Nuclei, le Emanazioni diventerebbero solo bestie feroci prive del controllo dei padroni, e sarebbero vulnerabili ai poteri dei Discendenti. Sarà però essenziale riuscire a chiudere il Portale, se si vorrà evitare che le Emanazioni fuggano, o che gli Angeli tentino un ulteriore attacco.

Come si collocheranno, dunque, tutti i nuovi racconti all’interno di questo scenario?

Per favorire la libertà creativa, abbiamo deciso di scinderli in due categorie.

I Racconti “Impresa”

I racconti che faranno parte dell’Impresa, avranno come unico scopo quello di sventare l’invasione degli Angeli e salvare Ystoriel. Per far sì che ciò accada, gli autori dovranno tenere conto di indizi fondamentali nascosti e disseminati all’interno dei nostri sette racconti introduttivi e riassunti nel precedente paragrafo “Chi sconfiggerà gli Angeli?”. L’autore, visionando i racconti e adoperando gli indizi, dovrà proporre soluzioni che siano coerenti con quanto già mostrato in precedenza. Egli potrà contribuire alla salvezza del mondo scrivendo un racconto dedicato e inviandolo a info@scripta.blog con la dicitura “YSTORIEL – IMPRESA” seguita dal titolo del racconto.

Il testo inviato dovrà essere in continuità con i racconti precedenti, e potrà essere ambientato solo dopo il precedente, in modo da delineare una sequenza temporale chiara e lineare (per esempio, se il racconto A è ambientato il 5 settembre, ne verrà che il racconto B dovrà essere ambientato o nello stesso giorno, in un momento/luogo differente, oppure successivamente a quel giorno).

In breve:

  • I Racconti Impresa dovranno essere temporalmente sequenziali
  • I Racconti non dovranno essere eccessivamente risolutivi, insomma non si potranno far morire gli Angeli in un solo racconto. Il tutto dovrà essere coeso, coerente e narrativamente intrigante, al fine di ottemperare al “light motif” di Ystoriel: la creazione di storyline accattivanti.
  • I racconti dovranno avere come unico scopo la disfatta degli Angeli
  • È possibile riproporre e utilizzare personaggi di vecchi racconti della Prima Stagione di Ystoriel, allo stesso modo anche le varie storyline.
  • È possibile narrare dal punto di vista degli Angeli: lo staff consiglia di adoperare POV di Nephilim Ascesi o di Supplicanti. È possibile narrare anche dal POV diretto di un Angelo, previa visualizzazione e approvazione dello Staff.
  • Consigliamo vivamente di raccordarvi con gli altri autori tramite il nostro Gruppo Telegram dedicato, in modo tale da creare una storyline coerente e coesa.
  • Ogni racconto sarà comunque vagliato dallo Staff, e verrà respinto qualora presentasse incongruenze narrative con gli altri racconti, che potranno comunque essere sistemate dall’autore sotto nostro suggerimento.
I Racconti “Liberi”

Qualora un autore non volesse partecipare all’Impresa, ma abbia comunque voglia di scrivere un racconto per Ystoriel allo stesso modo della Prima Stagione, potrà farlo inviandocelo su info@scripta.blog con la semplice dicitura “YSTORIEL” prima del titolo del racconto.

Tuttavia, è d’uopo tenere a mente alcune cose. I Racconti Liberi sono soggetti alle regole generiche di CDY, pertanto non richiedono la sequenzialità temporale obbligatoria, per quanto, qualunque collocamento nella Linea Temporale dovrà essere effettuato sempre e solo entro i limiti della Stagione in corso. Inoltre, il mondo di Ystoriel subirà in ogni caso le conseguenze sopracitate dell’evento e dei Racconti Impresa, a prescindere dal contenuto del vostro racconto.

In breve:

  • I Racconti Liberi non possono avere come obiettivo la sconfitta degli Angeli
  • Non è possibile utilizzare personaggi coinvolti nei Racconti Impresa
  • Non è possibile ignorare l’esistenza degli Angeli, né le conseguenze delle loro azioni
  • Gli avvenimenti dei Racconti Impresa influiscono sul contenuto dei Racconti Liberi
  • Non è possibile ambientare racconti troppo in là nel futuro né in un passato antecedente l’attuale arrivo degli Angeli
  • È possibile narrare storie che stanno avvenendo in terre estremamente lontane dagli eventi di Vespro Viridiano, come zone attualmente fuori dalla mappa (l’Oriente, le Distese Tossiche) o zone non ancora canonizzate.
  • È possibile inserire Angeli e Nephilim, o mostrare scenari e situazioni a loro vicine, a patto che queste non intacchino gli eventi e le storyline dei Racconti Impresa
ULTIMI CONSIGLI

Il team creativo di Scripta offre la possibilità agli autori che parteciperanno all’Open Writing di muoversi sempre con libertà entro i confini del regolamento. Tuttavia, permetteteci di illustrarvi alcuni consigli che, osservati nel corso della Prima Stagione delle Cronache di YStoriel, abbiamo riscontrato essere piuttosto utili.

  • Non abbiate paura di confrontarvi con gli altri autori: Il Gruppo Telegram dedicato (accessibile una volta inviato un primo racconto) ha proprio questo scopo! Dialogando si ha la possibilità di creare personaggi e storyline coerenti, oltre che intriganti. Non temete il confronto, ricordate che gli Ystoreliani sono una famiglia!
  • Prendete con filosofia la Scheda di Valutazione: Se un vostro racconto è stato respinto, non abbattetevi! Non necessariamente il nostro “no” rappresenta un problema. Seguite i nostri consigli, rilavorate al testo e riproponetecelo dopo averlo corretto, con molta probabilità questa volta il vostro lavoro verrà accettato!
  • Consultate la Wiki: Ystoriel è un mondo vasto, creato a poco a poco dai suoi scrittori. Tenere il passo sarà sicuramente più semplice se consulterete le info presenti nella nostra Wiki dedicata!
  • Rispettate le altre storie: Non ignorate i lavori che vengono proposti dagli altri autori, non portate avanti necessariamente solo e soltanto storyline create e gestite interamente da voi, il bello di Ystoriel è la contaminazione! Spesso e volentieri gli intrecci tra più persone sono in grado di generare idee decisamente più intriganti di un lavoro in solitaria! Provare per credere!

 

Con questo non abbiamo altro da dirvi, se non augurarvi buon viaggio nelle terre di Ystoriel!