Livida Cianotica – Capitolo I

È l’autunno la stagione migliore per morire. L’autunno dove l’aria diventa lieve, passa addosso che nemmeno la senti e ascolti solo il respiro della pioggia. L’autunno che infiamma le foglie, i miei occhi, i capelli. Annuso il cielo carico d’acqua e mi sento bene, sento una corrente che sinuosa si muove dentro di me. Non ho paura. Ora non ho paura di lasciarmi. Così vedo il gorgo chiamarmi dentro, mi attira come un’amante misteriosa ai […]

Livida Cianotica – Capitolo II

Senti senti, cara Volpe, nata strana tu lo sei. In un cesto, guarda guarda. Di serpenti, quel bel cesto. Intrecciato, guarda guarda, con le foglie tutto intorno. E vera Serpe t’ha morsa una, ora ora avvelenata. E per questo, senti senti, la tua coda certo hai perso. Che sfortuna, cara Volpe! Che disgrazia, poveretta! La tua mamma non ti vuole, i tuoi amici non ti chiamano. Cosa cosa tu farai? Guarda guarda, è uno sbaglio, […]

Livida Cianotica: Capitolo III

Davanti a me le pareti sono bianche, un chiarore che mi avvolge e mi ripara. Siedo sulla fredda lettiga, odore di alcool e pulito. Tremo, ma non so bene cosa fare. Il medico mi parla e non so cosa rispondere, non so cosa dire. Le parole escono titubanti dalla mia bocca. Per quanto tempo non articolo una frase completa? Per quanto e quanto tempo non ho parlato con qualcuno? Se tocco qui ti fa male, […]

Livida Cianotica: Capitolo IV

Cara Volpe, spesso hai pianto, per tua mamma, tu l’hai chiesta. L’hai richiesta nei tuoi occhi. Occhio a occhio la volevi, a guardare le tue cose. A guardare le tue lepri, zitta zitta tu sei stata. Tanto tempo certo hai perso, per cercarle, quelle prede. Cara Volpe, tu l’hai fatto, niente niente è più lo stesso. Cara Volpe, spesso hai visto. La sua inedia t’ha colpita. Guarda guarda, ora zitta, tutto questo non val niente. […]

Livida Cianotica: Capitolo V

Senti senti, cara Volpe… Senti senti, cosa scrivo? Duecento pagine di questa schifezza e sono ferma da un anno. Chissà chi ancora la legge. Non mi arrivano più notifiche da qualche mese, si saranno tutti stancati di aspettare me. E ci credo! “Fosca”, che razza di nickname del cazzo mi sono scelta, ma a cosa stavo pensando? Le parole ora ce le ho tutte in testa, eppure non escono fuori, non riesco a metterle dentro […]

Livida Cianotica: Capitolo VI

Cara Volpe, non cercare. Non guardare, non volere. È già un caso se sei viva, la tua vita è ormai un mistero. Cosa cerchi di ottenere? Tu non vedi, sei diversa. Guarda dietro: non hai coda. Il tuo pelo è tutto sporco, la tua voce tanto rotta. Le tue amiche stanno avanti, a osservare le tue pene. E di te si fanno beffe, tutte a ridere distanti.  Se tu ancora ormai ci provi, al talento […]

Livida Cianotica: Capitolo VII

Mi alzo con il cuore pesante quanto un macigno e qualcosa che gravita ancora sopra al mio braccio spezzato. Il gesso sta lì a fasciarlo, atroce memento. Il dolore sembra l’unica roccia a cui io possa aggrapparmi, mi ricorda che sono ancora viva, che respiro e che è tutta colpa mia. In questi giorni non ho fatto altro che fissare inerme lo schermo del computer, non ho nemmeno più scritto articoli. La scadenza era l’altro […]