Le giornate degli italiani ormai sono radicalmente cambiate: casa e lavoro. Il Coronavirus ha messo in ginocchio il paese sradicandoci dalle nostre abitudini.

Ma, se è vero che da ogni momento di difficoltà può nascere un’occasione, questa si chiama arte e si chiama Internet.

Riscoprire il vero senso dello “stare connessi” è dunque una grande opportunità se legata all’arte: cosa significa? Che ore 2.500 musei possono essere visitati online.

Attraverso le pagine Arts and Culture di Google infatti musei e gallerie offrono tour virtuali di collezioni permamenti e mostre in aggiunta a programmi in streaming come conferenze e dibattiti.

Tra le istituzioni che hanno aderito all’iniziativa ci sono:

  • la Tate e il British Museum a Londra,
  • gli Uffizi a Firenze,
  • la National Gallery di Washington,
  • il Getty a Los Angeke,
  • il Museo di Pergamo a Berlino,
  • a New York, il MoMA e il Whitney.

Molte grandi gallerie d’arte, da Pace a Gagosian, hanno aperto viewing room online per i loro clienti.

 

 

Foto di Scott Webb da Pexels