In questo secondo articolo (proseguo della prima parte) tratterò delle armi e degli equipaggiamenti (inclusi alcuni animali mitici e capacità innate) che possedevano gli antichi eroi ed esseri straordinari.

In questa parte si trattano gli equipaggiamenti presenti nei miti cristiani, germanici e del ciclo carolingio.

Note per il lettore: data la scarsità e l’ambiguità di alcune fonti, non è possibile stabilire con certezza certi nomi, caratteristiche e proprietà, poiché diverse sono le tradizioni orali e scritte e spesso non coincidenti. Le armi riservate alle divinità (e mai brandite da eroi o semidei) non sono riportate.

L’articolo non ha pretese di completezza ed esaustività: la varietà delle fonti spesso nasconde elementi che compaiono in ricerche successive.

Mitologia Cristiana

San Giorgio
  • Ascalon: lancia (o spada) sacra con la quale sconfisse il drago e salvò Sabia, la principessa di Silena. Si narra che avesse proprietà purificatrici e che potesse distruggere tutto ciò che toccava.
  • Bayard: destriero magico donatogli da una strega, in grado renderlo immune da un attacco letale, preservando l’integrità del cavaliere.
San Michele Arcangelo
  • Spada del giudizio universale: arma divina in grado di sprigionare fiamme purificatrici e sconfiggere qualunque creatura demoniaca o corrotta dal male, dai draghi fino a Lucifero. Il potere dell’arma è tale da incenerire la terra e avvampare i cieli. Michele può controllare a piacimento l’intensità e la direzione delle fiamme.
Gaio Cassio Longino
  • Lancia del destino: arma leggendaria che il centurione romano utilizzò per trafiggere il costato di Gesù dopo la sua crocefissione.

Mitologia Germanica Continentale

Ottone I
  • Lancia sacra: reliquia del Sacro Romano Impero, appartenente ai tesori della corona imperiale austriaca. La nazione che detiene l’arma sarà benedetta dalla prosperità e dall’invincibilità.
Albreich
  • Tarnhelm: elmo magico che garantiva l’invisibilità di chi lo indossava. Il detentore, grazie ai poteri dell’elmo, poteva cambiare aspetto a suo piacimento.
  • Forza sovraumana: si narra che Albreich, pur essendo un nano, avesse la forza di dodici uomini.
  • Anello del Nibelungo: anello magico forgiato con l’oro del Reno, il potere era tale da consentirgli di dominare il mondo.
 Dietrich von Bern (Basato su Teodorico da Verona)
  • Nagelring: spada forgiata dal nano Albreich per i giganti Grim e Hilde; il nano fu catturato da Dietrich e gli promise l’arma in cambio della libertà.
  • Eckesachs: spada magica a filo unico forgiata da Albreich e appartenuta in precedenza al gigante Ecke.
  • Hildegrim: elmo magico donato da Albreich dopo aver ucciso il gigante Grim. Donava una forza sovraumana a chi lo indossava.
Wudga (Witege)
  • Mimung: la spada più forte mai creata dal fabbro Weland, fu ereditata dal figlio Wudga; si narra che possedesse proprietà di taglio sovrannaturali, una di queste fu la distruzione dell’elmo Hildegrim.
Háma (Heime)
  • Blutgang (o Blodgang): la spada assetata di sangue, appartenuta al gigante Háma.
  • Rispa: Destriero gigantesco, l’unico in grado di sostenere la mole del gigante.
Sigfrido
  • Balmung: spada a due mani dalle origini divine e riforgiata dal nano Regin, Sigfrido la brandì per uccidere il drago Fafnir.
  • Invulnerabilità: dopo aver ucciso Fafnir, Sigfrido bagnò il suo corpo col sangue del drago, acquisendo l’invulnerabilità; una foglia però, si posò sulla sua schiena, impedendo il contatto del sangue e divenendo il suo punto debole.
  • Tarnkappe: copricapo che garantiva l’invisibilità di chi lo indossava, usato per ingannare Albreich.

Ciclo Carolingio

Carlo Magno
  • Gioiosa: la più potente tra le spade sacre del ciclo carolingio; la leggenda narra che contenesse i frammenti della lancia di Longino all’interno del pomolo, altri miti sostengono che fosse forgiata con lo stesso acciaio di Durlindana e Curtana. L’arma proteggeva da attacchi di natura demoniaca, inoltre era in grado di annientare qualunque nemico di fede eretica.
Orlando
  • Durlindana: la spada sacra, le cui origini si perdono nei miti. Si ritiene opera di Weland il fabbro, o che fosse riforgiata dal giavellotto dell’eroe troiano Ettore; Carlo Magno l’avrebbe ricevuta in dono da un angelo e donata in seguito al suo campione. L’elsa dorata conteneva le seguenti reliquie: un dente di San Pietro, sangue di San Basilio, capelli di San Dionigi e un lembo della veste della Madonna. Si narra che fosse dotata di tre capacità miracolose: indistruttibile (Orlando tentò di distruggerla, ma l’impatto generò la cosiddetta “breccia di Orlando”), perennemente affilata e capace di distruggere qualunque cosa.
  • Elmo di Almonte: elmo fatato, oggetto della bramosia di Ferraù.
  • Olifante: corno ricavato da una zanna d’elefante e utilizzato dal paladino per avvisare Carlo Magno dell’imminente battaglia di Roncisvalle.
  • Vegliantino (o Brigliadoro): destriero leggendario.
  • Invulnerabilità: come per l’eroe Achille, per merito di un incanto, il corpo di Orlando risultò invulnerabile agli attacchi convenzionali, eccezion fatta per la pianta dei piedi.
La “Gioiosa” esposta al Museo del Louvre di Parigi.
Astolfo
  • Rabicano: cavallo magico senza peso, si nutriva di aria e non lasciava impronte nemmeno sulla neve.
  • Lancia di Argalia: lancia magica dorata, capace di disarcionare ogni cavaliere.
  • Corno magico: dono della fata Logistilla, se suonato, terrorizzava chiunque lo ascolti, utilizzato per scacciare le arpie dall’Eritrea.
  • Grimorio: tomo d’incanti regalato dalla fata Logistilla.
  • Ippogrifo: creatura leggendaria, incrocio tra un cavallo e un grifone. Venne utilizzato dal mago Atlante, soggiogato da Bradamante, cavalcato da Ruggiero e da Astolfo, grazie al quale giunse sulla luna per recuperare il senno di Orlando.
Rinaldo
  • Fusberta: spada magica a due mani (flamberga).
  • Baiardo: Cavallo fatato donato da Carlo Magno, poteva allungarsi per farsi cavalcare dai quattro figli di Aimone. Si narra che fosse dotato di grande intelligenza e velocità.
Bradamante
  • Lancia di Argalia: lancia magica dorata, capace di disarcionare ogni cavaliere.
  • Scudo di Atlante: oggetto magico sottratto dal mago Atlante in grado di abbagliare e stordire qualunque avversario.
  • Anello magico: sottratto a Brunello su indicazione della maga Melissa, l’anello aveva il potere di annullare qualunque magia. Si narra che donasse l’invisibilità al detentore.
  • Ippogrifo: creatura leggendaria, incrocio tra un cavallo e un grifone. Venne utilizzato dal mago Atlante e soggiogato da Bradamante.
Ruggiero
  • Balisarda: spada realizzata dalla fata Falerina, in grado di penetrare qualuqne materiale e annullare ogni incantesimo.
  • Frontino (o Frontalatte): destriero di Ruggiero, appartenuto in precedenza a Sacripante.
Oliviero
  • Altachiara: la spada splendente dall’impugnatura dorata.
Otuei
  • Corrougue (o Couroucousse o Curciise): la spada della conversione. Si narra che Carlo Magno, per scongiurare la morte di Orlando (che aveva sfidato Otuei a duello) invitò la folla a pregare. Una colomba discese dal cielo e si posò sull’elmo di Otuei, il quale abbracciò Orlando e lo considerò come suo fratello, convertendosi al cristianesimo.
Ogier il danese
  • Curtana: spada leggendaria dalla punta smussata, simbolo di misericordia, forgiata dallo stesso acciaio con cui vennero realizzate Gioiosa e Durlindana. L’arma divenne uno dei gioielli della corona inglese.
  • Sauvagine: la spada implacabile.
Baligant
  • Preziosa: la spada del re dei Saraceni. Il nome fu scelto per rivaleggiare contro Gioiosa, la spada di Carlo Magno.
Gano di Maganza
  • Murgleys (o Mulagir): la spada cremisi della morte. All’interno del pomolo dorato era custodita una reliquia.
Dudone di Maganza
  • Meravigliosa: la spada inarrestabile. Si narra che fosse così affilata da poter tagliare un albero senza il minimo sforzo.
Mandricardo
  • Armatura di Ettore: corazza incantata invulnerabile agli attacchi convenzionali, si narra che fosse appartenuta all’eroe Ettore.
Gradasso
  • Forza sovrumana: la forza fisica di Gradasso era tale da essere paragonata a Marte, il Dio della guerra.
  • Armatura adamantina: corazza incantata, virtualmente indistruttibile.
Rodomonte
  • Armatura di scaglie di drago: corazza invulnerabile agli attacchi convenzionali.
Marfisa
  • Armatura fatata: corazza resa invulnerabile per incanto.
Atlante
  • Scudo di Atlante: oggetto magico in grado di abbagliare e stordire qualunque avversario.
  • Ippogrifo: creatura leggendaria, incrocio tra un cavallo e un grifone.
Ferraù
  • Invulnerabilità: il suo corpo (ad eccezione dell’ombelico) è invulnerabile agli attacchi convenzionali.
  • Elmo di Argalia: elmo appartenuto al defunto fratello di Angelica.