Mettendo piede fuori casa si notano i soliti, comuni volti sfuggenti di una città che “passa” senza mai fermarsi. Ma, se cominciaste a frequentare alcuni “giri” particolari, il mondo da voi finora conosciuto si trasformerebbe. (Ovvio fin qui).

Blue-B è un punto di convergenza. Lì, ora, accadono realmente i fatti che alcuni “addetti” riportano in queste pagine. I nomi dei luoghi e delle persone saranno storpiati per motivi legati alla privacy.

E così, in questa città non ben precisata, pensatori patologici, ragazze che vorrebbero “svoltare”, esteti tossicodipendenti fautori di nuove mode, studenti aspiranti artisti, teatranti tamarri, delinquenti cronici e commesse profetiche, scalpitano e spingono per entrare nelle vostre vite. Certamente in molti non hanno il coraggio di aprire. Eppure, questa è una verità che esiste.
Sullo sfondo, una massa informe di giovani disorientati che lottano per affermare la propria identità e poter dire: «Questo sono io.» Cercano Dio attraverso l’amore, trovano pace nella droga. Inseguono ideali, si rifugiano nella violenza. Sognano la libertà, vivono imprigionati nella forma. Alcuni odiano il presente e la società mediatica, altri partecipano al gioco pur di provare a vincere…

Intanto sono in corso cambiamenti che sconvolgeranno le nostre esistenze. Perché qualcuno possiede una speranza… E sembra sia connessa con l’arte…

Tutti i diritti sono riservati. Original Cover Photo By André Elliott.